L'idraulico fallo fare agli idraulici, la comunicazione falla fare ai professionisti della comunicazione. La rivoluzione falla tu. Con ufficiostampa.net
Contattaci! +39.334.5616487

ERRORI DEGLI UFFICI STAMPA AZIENDALI /7. L’overdose mediatica

Rubrica con consigli per giornalisti e uffici stampa. E aziende che ne cercano uno.

Rubrica con consigli per giornalisti e uffici stampa. E aziende che ne cercano uno.

Nella redazione di un giornale arrivano ogni giorno decine comunicati stampa che finiscono nel cestino. Come mai? Ecco alcuni errori che un bravo addetto stampa dovrebbe evitare.

7 / INVIARE IL COMUNICATO NELLO STESSO GIORNO IN CUI LO FANNO TUTTI.

Il tempo è un fattore decisivo negli affari, ma anche nella scelta di quando inviare un comunicato stampa. Immaginate di mandare il vostro comunicato ai media proprio nel giorno in cui sono accaduti diversi fatti giornalisticamente di rilievo nel vostro settore: il risultato è che quelli meno significativi verranno ridotti al minimo o addirittura cestinati, per ragioni di tempo o di spazio.

Per questo, prima di inviare un comunicato, è altamente consigliato buttare un occhio ai siti internet e a Google Notizie per capire se nella vostra città o nel vostro settore specifico è accaduto qualcosa di importante che potrebbe ridurre o incrementare  la vostra visibilità (esempio: dati sulla vendita delle armi nel giorno di una rapina con diversi feriti da arma da fuoco).

Lo stesso discorso vale per i periodi festivi e prefestivi. Nella settimana prima di Natale tutti fanno conferenze stampa e bilanci di ogni tipo. Siete sicuri sia quello il momento giusto per spedire il vostro comunicato o per fare una conferenza? Anticipate di qualche giorno o spettate l’inizio gennaio: nessuno fa conferenze, ma i giornali le pagine devono riempirle lo stesso…

LEGGI LE PUNTATE PRECEDENTI CLICCANDO QUI

CERCHI INFORMAZIONI SU DI NOI? TI SERVE UN UFFICIO STAMPA? SCRIVICI CLICCANDO QUI.

Lascia un commento